Ricerche scientifiche sulla Reconnective Healing®

Ricerche scientifiche sulla Reconnective Healing®

Grandi ricercatori scientifici che operano presso ospedali ed università di tutto il mondo tra i quali l’Università del Minnesota, l’Istituto Medico dell’Università di Miami e l’Università dell’Arizona (solo per citarne alcuni) si sono interessati al Dott. Eric Pearl e alla Reconnective Healing®: tuttora sono in corso programmi di ricerca sotto la supervisione di scienziati come Gary Schwartz e William Tiller.

Dati importanti ed entusiasmanti sono disponibili per verificare come la Reconnective Healing® agisce su coloro che a contatto con ESSA ricevono Energia Luce e Informazioni; una delle ricerche che a me ha interessato particolarmente è quella sulla Bioenergetica condotta dal Prof. Gary Schwartz, riportata qui di seguito:

Studi Bioenergetici Condotti su Operatori di Reconnective Healing® & su Coloro che Vengono Trattati


Gary Schwartz, Ph.D.

University of Arizona, Director Laboratory for the Advances in Consciousness and Health

Studi condotti con Linda G.S. Russek, Ph.D., Co-director of the Lab

Credenziali:Director of Medicine, Neurology, Psychiatry, Psychology, and Surgery; and Director, Laboratory for Advances in Consciousness and Health, University of Arizona. Former Director of the university’s Human Energy Systems Laboratory. PhD from Harvard University in 1971; assistant professor of psychology at Harvard until 1976; professor of psychology and psychiatry at Yale University and director of the Yale Psychophysiology Center. Co-director of Yale Behavioral Medicine Clinic.

Studi sugli Operatori di Reconnective Healing®:L’ University’s Human Energy Systems Laboratory ha condotto una serie di studi accurati e esperimenti controllati scientificamente con il Dr. Pearl e altri operatori di Reconnective Healing® Practitioners per determinare se l’ energia Riconnettiva fosse qualcosa di reale e misurabile in laboratorio. Il Dr. Pearl e alcuni dei suoi studenti agivano come mittenti mentre dei volontari ricevevano le frequenze durante questi studi.

Risultati: Il primo test ha dimostrato che i soggetti bendati hanno potuto sentire le frequenze e l’energia per un periodo di tempo superiore all’ 83%. Il secondo ha dimostrato che l’energia funziona anche come un segnale elettromagnetico. Il terzo ha mostrato come il battito cardiaco, misurato con un elettrocardiogramma (EKG) si sincronizza con le onde cerebrali del ricevente, misurate con un elettroencefalogramma (EEG). Il risultato più significativo del terzo esperimento è stato il fatto che sia nel caso cheil ricevente fosse cosciente di ricevere energia, sia nel caso non lo fosse, il cervello ha mostrato le medesime risposte, quindi si può dire che il cervello risponda inconsciamente e rilevi alla stessa maniera l’ energia, senza bisogno di pensieri, fede, speranza o credenze.

Commenti: Secondo Schwartz: La conclusione di questi esperimenti è che l’ energia è effettivamente reale, rilevabile, misurabile — “e piuttosto evidente.”